Home

Consulenza Fiscale Internazionale

ITAXA è uno Studio di Consulenza Fiscale Internazionale, composto da un Team di Avvocati Tributaristi e Commercialisti i quali, sfruttando le conoscenze degli aspetti sia giuridici che economici della materia, sono in grado di fornire ai clienti servizi integrati e soluzioni efficaci.

ITAXA offre servizi di Consulenza Fiscale Internazionale a Clienti sia italiani che stranieri.
I nostri servizi sono in grado di soddisfare le esigenze che scaturiscono dai rapporti sia ordinari che patologici tra Fisco e Contribuente.


Consulenza fiscale internazionale per le Imprese

  • Pareristica
  • Pianificazione Fiscale
  • Analisi Residenza Fiscale
  • Verifica applicabilità “Exit Tax”
  • Check-Up “Esterovestizione”
  • Check-Up Stabile Organizzazione “Occulta”
  • Esame configurabilità CFC
  • Adempimenti Transfer Pricing
  • Istanze di Interpello
  • Accordi di Ruling Internazionale
  • Prevenzione di Evasione, Elusione e Abuso del diritto
  • Analisi vantaggi delle Convenzioni contro le doppie imposizioni
  • Esame aspetti IVA e altre imposte indirette

Consulenza fiscale internazionale per le Persone Fisiche

  •  Pareristica
  • Pianificazione e ottimizzazione della tassazione
  • Verifica applicabilità di agevolazioni fiscali: incentivi per il “rientro dei cervelli”, Flat Tax 7% per pensionati neo residenti, Flat Tax €100.000 per facoltosi neo residenti 
  • Analisi tassazione dei redditi di natura estera
  • Assistenza fiscale ai transfrontalieri
  • Analisi Residenza Fiscale in Italia e all’estero
  • Assistenza relativa al c.d. ”Monitoraggio Fiscale” (Quadro RW)
  • Assistenza per l’applicazione delle imposte IVIE e IVAFE
  • Prevenzione di Evasione, Elusione e Abuso del diritto
  • Protezione del Patrimonio (Trust, Fondo patrimoniale, Fiduciarie ecc.)

Difesa da Verifiche fiscali e Accertamenti

  •  Assistenza nel corso di accessi, ispezioni e verifiche fiscali
  • Definizione degli accertamenti dell’Amministrazione finanziaria
  • Elaborazione di memorie difensive
  • Presentazione di istanze di autotutela e di sgravio
  • Presentazione di istanze di sospensione della riscossione

Contenzioso Tributario

  •  Difesa dinanzi alle Corti di Giustizia Tributaria di primo grado e secondo grado
  • Presentazione di ricorsi al Garante del Contribuente
  • Difesa dinanzi alla Corte di Cassazione

Reati Tributari

 Difesa nei procedimenti penali per i reati di:

  • dichiarazione fraudolenta;
  • dichiarazione infedele;
  • omessa presentazione della dichiarazione;
  • emissione di documenti per operazioni inesistenti;
  • occultamento o distruzione di documentazione contabile;
  • omesso versamento di ritenute certificate;
  • omesso versamento di IVA;
  • indebita compensazione;
  • sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte

Gli scopi della consulenza fiscale internazionale

La globalizzazione dell’economia, che si manifesta attraverso l’intensificarsi dei traffici internazionali di merci e di servizi e la crescita degli investimenti diretti all’estero, dei trasferimenti di capitali a livello transnazionale, della mobilità dei lavoratori tra i diversi Paesi, attribuisce particolare importanza alla consulenza fiscale internazionale, in quanto i singoli Stati della comunità internazionale sono indotti a collaborare sempre più attivamente per coordinare i rispettivi poteri impositivi e tutelare il proprio gettito dalle pratiche di evasione fiscale internazionale.

In questo nuovo scenario la consulenza fiscale internazionalefornisce ai contribuenti, imprese e persone fisiche, gli strumenti per valutare attentamente le proprie posizioni fiscali con diversi obiettivi:

  • ottimizzare il carico fiscale, adottando le precise misure che garantiscono un legittimo risparmio d’imposta;
  • eliminare i fenomeni di doppie imposizione dei redditi a livello internazionale (evitando la loro duplice tassazione in misura piena sia nello Stato della fonte dei redditi sia nello Stato della residenza del contribuente);
  • ridurre al minimo il rischio di contestazioni per violazioni sia fiscali sia penali, da parte degli Stati in cui si trovano ad operare, derivanti da pratiche di evasione o elusione fiscale internazionale. La realizzazione di questi obiettivi forma oggetto dell’ analisi fiscale internazionale della posizione concreta del contribuente.

L’inquadramento del caso nella consulenza fiscale internazionale

I predetti obiettivi possono essere realizzati, attraverso la consulenza fiscale internazionale, solo partendo dalla precisa considerazione di tutti i dettagli del caso concreto oggetto di esame.

Infatti, considerata la cavillosità e la frammentarietà della normativa fiscale internazionale, nonché le necessità di coordinare il sistema normativo di ordine nazionale, sovranazionale e internazionale, ogni tipo di generalizzazione, di valutazione meramente astratta oppure l’omessa considerazione anche di un solo particolare dell’ipotesi concreta, può determinare la completa inattendibilità della consulenza fiscale internazionale svolta.

Da ciò discende anche che, per quanto alcune fattispecie possono apparire, a prima vista, simili, nella maggior parte dei casi la differenza anche di un solo dettaglio può comportare esiti completamente diversi della consulenza fiscale internazionale.

Ogni errore commesso nell’esame dei dettagli del caso all’interno della consulenza fiscale internazionale, d’altra parte, oltre a condurre a soluzioni errate, può comportare gravi danni per il contribuente, in termini o di mancato legittimo risparmio d’imposta oppure, ancor peggio, di contestazioni fiscali da parte dell’Amministrazione finanziaria.

L’analisi giuridica alla base della consulenza fiscale internazionale

Per quanto la consulenza fiscale internazionale possa apparire, a prima vista, un’attività di carattere economico-contabile, ciò è vero solo in pochi casi.

In via generale, le valutazioni da compiersi con la consulenza fiscale internazionaleprendendo in considerazione presupposti impositivi che vengono disciplinati da diversi ordinamenti giuridici (nella maggior parte dei casi, quello dello Stato di residenza del contribuente e quello dello Stato della fonte dei redditi) implicano, come passaggio imprescindibile, uno studio di tipo giuridico che, sulla base delle norme di fonte nazionale, sovranazionale e internazionale, individui le precise norme che regolano il caso concreto.

Infatti, la consulenza fiscale internazionale ha come obiettivo principale quello di accertare come interagiscono gli ordinamenti giuridici di diversi Paesi rispetto ad una medesima componente reddituale, per cui le valutazioni che ne conseguono non possono che essere, prima di tutto, di tipo giuridico.

Ai fini del corretto svolgimento della consulenza fiscale internazionale, pertanto, non è sufficiente la conoscenza del diritto tributario domestico, ma è necessario maturare una precisa specializzazione nel diritto tributario internazionale.

L’importanza dello studio giuridico della fattispecie è data proprio dal fatto che, se non vengono, preliminarmente, individuate le norme che disciplinano il caso, risulta impossibile comprendere la qualificazione fiscale dello stesso e, quindi, le disposizioni ad esso applicabili.

Diversamente, infatti, si finirebbe per applicare delle norme giuridiche che, magari, nulla hanno a che fare con il caso in esame.

Proprio la citata frammentarietà della normativa fiscale internazionale fa si che spesso per un caso concreto possano apparire applicabili diverse disposizioni, tra le quali, tuttavia, bisogna applicarne solo una.

Questo diventa tanto più vero quando, ad esempio, un determinato reddito venga qualificato in diversi modi dallo Stato della residenza del contribuente e dallo Stato della fonte del reddito, laddove le valutazioni giuridiche assumono un’importanza cruciale.

Come può immaginarsi, quindi, la maggior parte delle volte, solo una volta chiariti, in via preliminare, gli aspetti giuridici del caso, è possibile procedere ad occuparsi degli aspetti economico-contabili, come appunto, a titolo esemplificativo, quelli relativi alla valutazione oppure al calcolo delle componenti positive o negative di base imponibile oppure delle imposte.

D’altra parte, bisogna escludere che le questioni fiscali internazionali, che involgono la potestà impositiva dello Stato italiano (ad es. su un reddito estero), possano essere risolte esclusivamente da consulenti fiscali stranieri (appartenenti ad es. allo Stato della fonte), atteso che spesso queste devono essere risolte in base a regole fiscali italiane sconosciute agli ordinamenti tributari dei Paesi esteri.

Si noti, altresì, che da un lato, la normativa tributaria muta continuamente, dall’altro, le fattispecie concrete possono cambiare con il tempo, quindi una consulenza fiscale internazionale resta valida solo a patto che detti elementi non mutino nel corso del tempo.

Le fonti della consulenza fiscale internazionale

Chiarito che il primo passaggio per una corretta consulenza fiscale internazionale è costituito dallo studio delle disposizioni normative applicabili, si sottolinea come detta valutazione non può limitarsi a prendere in considerazione le norme nazionali, sovranazionali e internazionali.

Spesso la soluzione del caso può non risultare chiara sulla base dell’applicazione delle sole norme, dovendosi fare riferimento alle fonti giurisprudenziali nazionali, sovranazionali e straniere.

A ciò bisogna aggiungere anche il riferimento alla prassi dell’Agenzia delle Entrate (es. Circolari e Risoluzioni) la quale, tuttavia, non ha valore vincolante, essendo semplicemente riproduttiva della “opinione” del Fisco.

I profili processuali tributari

In alcuni casi, inoltre, la consulenza fiscale internazionale, oltre a riguardare l’esame dei preliminari aspetti giuridici del caso, deve occuparsi anche di prospettare al contribuente i possibili effetti del proprio operato in termini di:

  • possibilità per l’Amministrazione finanziaria di sanzionare il comportamento dell’interessato;
  • impugnazione davanti alla Commissione Tributaria degli atti impositivi eventualmente già notificati dal Fisco.

Rispetto a quest’ultimo punto, si noti come la valutazione sulla convenienza o meno di impugnare un atto impositivo del Fisco non discende solo dallo studio della normativa di riferimento o della giurisprudenza formatasi in materia.

In particolare, assume importanza fondamentale al fine di stabilire se nel caso di specie il contribuente abbia o meno fondate ragioni, prefigurare la strategia processuale che possa essere messa in campo nel caso concreto.

Tale strategia processuale, tuttavia, non può essere desunta semplicemente dalle norme giuridiche di diritto sostanziale, quanto, invece, molto dipende anche dall’approfondita conoscenza del processo tributario e dei relativi strumenti attraverso i quali il contribuente può far valere le proprie ragioni, la quale deriva dall’esperienza maturata nel contenzioso tributario.

Ancora, una consulenza fiscale internazionale che si occupi anche dei profili processuali tributari non può tralasciare un dato fondamentale costituito dal fatto che il ricorso che viene proposto, in primo grado di giudizio, dinanzi alla Commissione Tributaria Provinciale, deve tener conto dell’inter che potrebbe subire il processo anche nei futuri gradi di giudizio.

Ciò significa che l’impugnazione in primo grado deve essere concepita già alla luce della possibilità che la questione possa eventualmente approdare davanti alla Corte di Cassazione.

Questo perché, una volta individuati i motivi d’impugnazione in primo grado, a questi non ne possono essere aggiunti altri nei successivi gradi di giudizio, cosicché le eccezioni dedotte in primo grado devono essere già concepite per l’eventualità che le questioni possano arrivare in Cassazione.

Assume importanza fondamentale, quindi, la dimestichezza nella stesura degli atti difensivi nei giudizi dinanzi alla Corte di Cassazione.

Gli aspetti penal-tributari

Elemento spesso trascurato nella consulenza fiscale internazionale ma che, invece, assume un’importanza cruciale, è quello riguardante i profili di rilevanza penale della condotta del contribuente.

L’importanza dello studio dei profili penali del caso concreto è, appunto, legato al fatto che talvolta le azioni del contribuente, oltre a rilevare sotto il profilo prettamente fiscale, configurano dei veri e propri reati tributari, previsti e puniti dal D.Lgs. n. 74/2000, i quali possono essere puniti finanche con la pena della reclusione.

Per cui, solo con l’ulteriore analisi dei profili penali del caso, il contribuente può avere la chiarezza della totalità dei rischi fiscali associati alla sua condotta.

Anche a tale riguardo, l’esperienza di difesa nell’ambito dei procedimenti penali per reati fiscali è garanzia di una buona consulenza fiscale internazionale sugli aspetti penal tributari.

Il corretto approccio alle problematiche di fiscalità internazionale

Al fine di usufruire di vantaggi fiscali e di non incorrere in violazioni fiscali, il contribuente dovrebbe, in primo luogo, rivolgersi ad un consulente specializzato nella fiscalità internazionale e, in secondo luogo, evitare di svolgere autonomamente considerazioni tecniche o di giungere a conclusioni arbitrarie in una materia che necessita di valutazioni precise e ponderate alla luce della conoscenza esaustiva dell’intero sistema tributario.

a. Assistenza fiscale internazionale per il caso concreto

All’atto pratico la normativa fiscale internazionale è costellata di eccezioni e deroghe da applicarsi a seconda dei dettagli del preciso caso concreto in esame e che, quindi, non possono essere sottovalutate.

La fiscalità internazionale è la materia dei dettagli. Spesso accade che, anche un singolo dettaglio del caso concreto, apparentemente irrilevante, richieda una soluzione della problematica completamente diversa da quella ritenuta adeguata a un primo sguardo della situazione.

Inoltre, l’approfondimento della situazione concreta spesso esclude delle irregolarità che il contribuente pensava di aver commesso e, invece, mette in luce delle problematiche che il contribuente nemmeno pensava di avere.

Questo può capitare se il contribuente esamina la propria posizione dal punto di vista di una sola norma ritenuta “a priori” applicabile, quando, invece, il caso deve essere inquadrato, attraverso la necessaria analisi condotta alla luce dell’intero ordinamento tributario, sotto il profilo di una diversa norma.

Quindi, l’analisi fiscale internazionale è necessaria per inquadrare tutti i dettagli sostanziali del caso in esame ed evitare errori di valutazione da cui possano scaturire violazioni fiscali che darebbero luogo al recupero delle imposte evase e all’applicazione delle sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, tali da erodere il reddito prodotto dal contribuente e causargli un grave danno economico.

D’altra parte, la difesa da un avviso di accertamento dell’Agenzia delle Entrate non può mai essere efficace quanto la prevenzione delle violazioni fiscali attuata con una strategia di analisi preventiva.

Quindi la verifica da parte di un professionista specializzato in fiscalità internazionale circa le problematiche del preciso caso concreto costituisce un passaggio essenziale.

Lo Studio ITAXA ha maturato una lunga esperienza nell’analisi delle questioni di fiscalità internazionale.  

b. La difesa tributaria di uno Studio Legale Tributario

Nel caso in cui il contribuente abbia ricevuto un avviso di accertamento da parte dell’Amministrazione finanziaria, alla luce del fatto che il contenzioso tributario diventa sempre più “aleatorio” e le conseguenze della soccombenza particolarmente gravose per il contribuente, bisogna rivalutare il dialogo e il confronto con il Fisco e, in primo luogo, con l’Agenzia delle Entrate.

Soprattutto nelle questioni di fiscalità internazionali, particolarmente complesse e ricche di apprezzamenti valutativi, stabilire un rapporto dialettico con l’Agenzia delle Entrate – specialmente in sede di contraddittorio preventivo rispetto all’azione di accertamento – può evitare il protrarsi delle contestazioni in sede contenziosa, dove le Corti di Giustizia Tributaria potrebbero non avere la stessa “sensibilità” di un brillante funzionario del Fisco su materie come “transfer pricing”“Controlled Foreign Companies”, “stabile organizzazione“  e “crediti per imposte estere”.

Ebbene, in questi casi è meglio lasciare il contenzioso tributario come “ultima spiaggia”, ammesso che ve ne siano i presuppostipena la “scure” della condanna al pagamento delle spese di giudizio.

In queste scelte costituisce un passaggio fondamentale quello di rivolgersi ad uno Studio Legale Tributario, al fine di valutare con la massima cura:

  • la strategia più adatta per difendersi dall’avviso di accertamento;
  • la presenza di vizi che possano giustificare la presentazione di un ricorso davanti alla Corte di Giustizia Tributaria di primo grado;
  • le possibilità che il ricorso possa essere accolto in Corte di Giustizia Tributaria di primo grado.

Trattasi, quindi, di una valutazione estremamente tecnica e meticolosa, che non può essere svolta dallo stesso contribuente che non abbia adeguata competenza ed esperienza nel contenzioso tributario.

In assenza delle predette valutazioni, da operarsi con l’assistenza di uno Studio Legale Tributario, il contribuente potrebbe correre il concreto pericolo:

  • o di sottovalutare degli strumenti per la definizione in “transazione” dell’avviso di accertamento e di avviare un contenzioso perso in partenza che lo vedrà costretto a pagare, oltre alle imposte e alle sanzioni dovute, anche le spese di giudizio in favore dell’Agenzia delle Entrate (magari anche per diversi gradi di giudizio);
  • oppure, di pagare le somme richieste con l’avviso di accertamento, nonostante questo sia affetto da un grave vizio che, se denunciato con ricorso, avrebbe indotto la Corte di Giustizia Tributaria di primo grado ad annullare l’intero atto impositivo, con nessuna imposta e sanzione dovuta dal contribuente.

Lo Studio ITAXA ha maturato una lunga esperienza in materia di contenzioso tributario, assistendo persone fisiche e società nelle valutazioni degli strumenti più adatti al preciso caso concreto per la migliore difesa degli interessi del contribuente, le quali vengono svolte in 3 fasi:

  • analisi preliminare circa la sussistenza di vizi dell’avviso di accertamento e dello strumento più adeguato per farli valere;
  • valutazioni circa l’opportunità di avviare un contenzioso tributario;
  • eventuale assistenza del contribuente nella presentazione del ricorso davanti alla Corte di Giustizia Tributaria di primo grado e negli eventuali successivi gradi di giudizio.

Alla luce di quanto esposto, appare evidente che la consulenza fiscale internazionale deve, in primo luogo, partire da uno studio giuridico del caso concreto, il quale deve essere necessariamente svolto sulla base della normativa interna, internazionale e sovranazionale, alla luce della giurisprudenza in materia, nonché tenendo in considerazione gli eventuali profili processuali e penali della fattispecie.

Gli ambiti della consulenza fiscale internazionale dello Studio ITAXA

Di seguito si riportano le tematiche che formano oggetto del servizio di Consulenza Fiscale Internazionale Online.

Consulenza di Fiscalità Internazionale per le Persone Fisiche

  • Analisi della Residenza Fiscale in Italia o all’estero e delle problematiche legate alla Esterovestizione
  • Esame dell’applicabilità degli inventivi relativi al Rientro dei Cervelli e ai Lavoratori Impatriati
  • Tassazione dei Redditi di Lavoro Dipendente e di Lavoro Autonomo prodotti all’estero da contribuenti fiscalmente residenti in Italia
  • Tassazione dei Redditi di Lavoro Dipendente e di Lavoro Autonomo prodotti in Italia da contribuenti fiscalmente residenti all’estero
  • Tassazione di DividendiInteressi Royalties
  • Pianificazione e Ottimizzazione della tassazione
  • Assistenza relativa al Monitoraggio Fiscale delle Attività e degli Investimenti detenuti all’estero (Quadro RW)
  • Assistenza per l’applicazione delle imposte IVIE e IVAFE
  • Prevenzione di Evasione fiscaleElusione fiscale Abuso del diritto
  • Analisi degli effetti dello Scambio di Informazioni a livello Internazionale
  • Protezione del Patrimonio (Trust, Fondo patrimoniale, Fiduciarie ecc.)
  • Esame degli aspetti relativi all’IVA e alle altre Imposte Indirette

Consulenza di Fiscalità Internazionale per le Imprese

  • Pianificazione Fiscale Internazionale
  • Analisi della Residenza Fiscale delle Società
  • Verifica applicabilità Exit Tax
  • Check-Up Esterovestizione
  • Check-Up Stabile Organizzazione Occulta
  • Esame applicabilità della normativa sulle Controlled Foreign Companies
  • Aspetti relativi al Transfer Pricing
  • Tassazione di DividendiInteressi e Royalties
  • Analisi degli Incentivi relativi al Patent Box
  • Opportunità di presentazione di Istanze di Interpello
  • Prevenzione di Evasione fiscaleElusione fiscale e Abuso del diritto
  • Eliminazione della doppia imposizione sui redditi in applicazione delle Convenzioni contro le doppie imposizioni stipulate dall’Italia
  • Esame degli aspetti relativi all’IVA e alle altre Imposte Indirette

Consulenza Fiscale su Verifiche Fiscali e Accertamenti

  • Analisi delle risultanze di AccessiIspezioni Verifiche fiscali
  • Strategie difensive relative agli accertamenti dell’Amministrazione finanziaria

Consulenza Fiscale relativa a Contenzioso Tributario e Reati Fiscali

  • Valutazione delle strategie difensive per l’impugnazione degli Atti Impositivi dinanzi alle Corti di Giustizia Tributaria di primo grado, alle Corte di Giustizia Tributaria di secondo grado, alle Commissione Tributarie Regionali e alla Corte di Cassazione;
  • Analisi della rilevanza penale delle condotte del cliente relativamente ai Reati Tributari di: dichiarazione fraudolentadichiarazione infedeleomessa presentazione della dichiarazioneemissione di documenti per operazioni inesistentioccultamento o distruzione di documentazione contabileomesso versamento di ritenute certificateomesso versamento di IVAindebita compensazionesottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Per richiedere la nostra assistenza scrivici a info@itaxa.it oppure compila il seguente Modulo di Contatto.

I campi contrassegnati da * sono obbligatori

    Nome *

    Cognome *

    Telefono

    AziendaPrivato

    Città *

    Provincia *

    E-Mail *

    Il tuo messaggio *


    Acquisite le informazioni di cui all'articolo 13 del Reg. UE 679/2016 (GDPR), ai sensi degli articolo 7 e ss. del medesimo Reg. UE 679/2016 (GDPR) presto il consenso al trattamento dei miei dati personali con le modalità specificate nell'INFORMATIVA.

    PERCHE’ SCEGLIERE LO STUDIO ITAXA

    I vantaggi di scegliere lo Studio ITAXA per la consulenza fiscale internazionale

    1. Esperienza pluriennale specifica in materia di Fiscalità Internazionale

    Lo Studio ITAXA ha maturato un’esperienza pluriennale nelle tematiche di fiscalità internazionale, sia sotto il profilo della consulenza fiscale internazionale sia dal punto di vista della difesa dei contribuenti dagli accertamenti fiscali dell’Agenzia delle Entrate in materia di fiscalità internazionale.

    L’esperienza pluriennale maturata nella fiscalità internazionale costituisce un vantaggio unico per il contribuente.

    Infatti, il contribuente può contare su una vasta casistica oggetto di consulenza pregressa, rispetto alla quale sono stati rilevati i relativi vantaggi di lungo periodo, oppure può essere difeso in un giudizio tributario già affrontato per altri contribuenti in passato, attraverso una strategia difensiva già dimostratasi vincente per altre fattispecie simili.

    2. Disponibilità di documentazione di prassi e sentenze relative a casi precedenti

    Proprio sulla base dell’esperienza maturata nella risoluzione di una vasta casistica di Fiscalità internazionale, lo Studio ITAXA dispone di diverse risposte ad interpello dell’Agenzia delle Entrate, non pubblicate nei siti dell’Agenzia delle Entrate, emesse sulla base dei casi particolari sottoposti all’attenzione del Fisco, e sentenze delle Corti di Giustizia Tributarie di primo e secondo grado, non pubblicate sulle normali banche dati.

    Per cui, le opinioni favorevoli contenute nelle risposte ad interpello positive e le decisioni favorevoli contenute nelle sentenze di accoglimento dei ricorsi dei clienti dello Studio ITAXA, possono essere utilizzate a favore dei nuovi clienti, al fine di riservarvi un trattamento non discriminatorio rispetto a casi simili per i quali si è già pronunciato il Fisco o che siano stati già decisi dalla giustizia tributaria.

    Tale approccio, quindi, da un lato, in alcuni casi permette di evitare di dover proporre istanza di interpello per ipotesi in cui la chiara opinione del Fisco è già stata espressa in altri casi simili e, dall’altro, può servire ad invitare l’Agenzia delle Entrate ad addivenire al bonario componimento di controversie su questioni che abbiano già trovato il favore in precedenti della giustizia tributaria oppure a sostenere più efficacemente un giudizio tributario sulla base di precedenti giurisprudenziali già ottenuti sulle medesime questioni.

    3. Formazione e specializzazione focalizzata sulla Fiscalità Internazionale

    Lo Studio ITAXA ha prescelto una specifica area di competenza, quella della fiscalità internazionale, ritenendo che la qualità del servizio offerto sia direttamente proporzionale alla formazione e alla specializzazione maturata in una determinata materia.

    Infatti, la formazione ritenuta adeguata nella materia fiscale internazionale deve essere composta sia da un percorso di studi condotto nel panorama italiano sia dell’approfondimento della fiscalità internazionale presso centri di eccellenza all’estero di fama internazionale.

    Inoltre, lo Studio ITAXA garantisce una consulenza fiscale internazionale in lingua inglese, sia scritta sia parlata. In particolare, la padronanza ella lingua inglese parlata (prima ancora delle capacità di lettura e scrittura in inglese, molto più comuni), costituisce un requisito essenziale e imprescindibile per collaborare quotidianamente con colleghi fiscalisti internazionali di altri Stati, oltre che per fornire i propri servizi anche a clienti strenieri.

    4. Corretta identificazione delle problematiche del caso e dei quesiti da risolvere

    Considerato che la fiscalità internazionale è la materia dei dettagli, il che significa che assume importanza cruciale la corretta valorizzazione degli elementi di fatto del caso e la precisa qualificazione dello stesso sotto il profilo giuridico, sempre più spesso lo Studio ITAXA rileva che in generale contribuenti riscontrano le seguenti tipologie di diffocoltà:

    • Individuazione dei dettagli rilevanti del caso: significa che il contribuente spesso si trova a dare valore ad alcuni dettagli del suo caso che non sono da considerarsi problematici e, al contrario, a non dare peso a profili del suo caso dove si annidano le problematiche fiscali;
    • Formulazione della questione da risolvere: in questo caso, il contribuente può aver correttamente individuato i dettagli del caso che rilevano, ma avere difficoltà nel comprendere rispetto a quali precise norme la propria fattispecie riscontri delle incertezze o problematiche fiscali; spesso capita che il contribuente ritenga problematica la propria fattispecie rispetto ad un profilo fiscale, quando, invece, la stessa andrebbe esaminata alla luce di disposizioni fiscali di diversa natura. Appare evidente che, in tale ipotesi, la corretta soluzione del caso presuppone che il contribuente si ponga la domanda corretta; senza la giusta domanda, nessuna risposta corretta può essere data.

    Ebbene, in questi casi, i vantaggi di rivolgersi allo Studio ITAXA sono i seguenti:

    • Il professionista non si accontenta dell’inquadramento della fattispecie rappresentata dal contribuente, ma guida specificamente il cliente a riferire tutte le informazioni utili e a rilasciare la documentazione ritenuta opportuna per identificare la fattispecie e i relativi dettagli utili alla soluzione del caso;
    • Sulla base del corretto inquadramento dei dettagli del caso, il professionista procede a individuare la precisa questione che bisogna risolvere alla luce del panorama normativo tributario nazionale e internazionale (la quale spesso si rivela diversa da quella ritenuta in principio rilevante da parte del cliente); in altre parole, il professionista aiuta il cliente a porsi le giuste domande dalle quali, attraverso la consulenza fiscale internazionale, è possibile giungere alle giuste risposte.

    5. Metodologia adeguata per affrontare ciascuna questione di Fiscalità Internazionale

    Proprio in ragione della sua specializzazione nella Fiscalità internazionale, lo Studio ITAXA ha maturato una precisa metodologia per affrontare le casistiche oggetto di esame.

    L’individuazione di precisi standard e protocolli operativi per l’analisi delle fattispecie oggetto di studio costituisce un metodo necessario per raggiungere dei risultati attendibili e che permettano di compiere delle previsioni ragionevoli anche sull’evoluzione delle vicende tributarie del contribuente per il futuro.

    Ad esempio, l’analisi dell’applicazione delle Convenzioni contro le doppie imposizioni viene svolta sulla base della metodologia appresa dall’Avv. Antonio Merola nell’ambito della propria formazione di specializzazione presso l’International Tax Center di Leiden (Paesi Bassi), un approccio non appreso da altri professionisti che non abbiano seguito tale preciso percorso di formazione.

    6. Approccio di analisi legale-tributaria nella consulenza fiscale internazionale   

    Considerato che la materia tributaria si fonda sulla relativa normativa, lo Studio ITAXA parte dal presupposto che i fenomeni tributari debbano essere valorizzati, in primo luogo, sotto l’aspetto delle disposizioni di legge che li disciplinano, per poi verificarne anche i profili più prettamente economici.

    Ad esempio, nell’ambito della consulenza fiscale internazionale, assume importanza fondamentale il corretto esame giuridico delle disposizioni, anche alla luce dell’esperienza nell’ambito del contenzioso tributario che lo Studio ha maturato su una determinata tematica.

    7. Attenzione al conseguimento di vantaggi fiscali legali evitando danni da violazioni fiscali

    La particolare prudenza dello Studio ITAXA nell’analisi delle questioni di fiscalità internazionale si manifesta nell’estrema attenzione che viene prestata, da un lato, ad assistere il contribuente nell’ottenimento dei benefici fiscali previsti dalla normativa fiscale nazionale e internazionale e, dall’altro, ad evitare che il contribuente possa subire dei danni dalla violazione della stessa normativa fiscale.

    Come già sottolineato in precedenza, l’esperienza dello Studio ITAXA sviluppatasi, oltre che nella consulenza fiscale, anche nel contenzioso tributario, ha permesso di osservare l’evoluzione che hanno avuto determinate scelte fiscali sia al momento del controllo operato da parte dell’Agenzia delle Entrate sia in sede di difesa nel relativo giudizio tributario davanti alle Corte di Giustizia Tributaria di primo e secondo grado.

    Avv. Antonio Merola – Managing Partner di ITAXA

    Profilo professionale

    Partner dello Studio ITAXA (#1 Studio Legale Tributario italiano specializzato nella Consulenza Legale Tributaria Internazionale), Autore di ITAXA Blog – La Fiscalità Internazionale in parole semplici (#1 Blog italiano sulla Fiscalità internazionale), Teorico della “Fiscalità Liquida“, Fondatore di ObiettivoProfitto.it – Pianificazione e Difesa del Patrimonio (#1 Portale web italiano sulla Pianificazione e Difesa del Patrimonio), precedentemente Tax Lawyer presso Tinelli & Associati – Studio Legale Tributario  e Of Counsel di diversi studi professionali esteri, esercita la professione di avvocato nell’ambito del Diritto Tributario Diritto Societario, fornendo consulenza a carattere sia nazionale che internazionale al servizio di persone fisiche e società residenti e non residenti.

    L’Avv. Antonio Merola è Docente nell’ambito del Master Universitario di II Livello in Pianificazione Tributaria Internazionale dell’Università di Roma La Sapienza“, tenendo lezioni sulla tematica dell’abuso dei trattati internazionali, oltre ad aver collaborato per diversi anni con l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” relativamente alle materie di Scienza delle Finanze e Teoria del Federalismo Fiscale nonché con riferimento al Master di II Livello in Finanza Pubblica, svolgendo anche attività di ricerca e di pubblicazione.

    Il professionista si è specializzato in Fiscalità internazionale (“diritto tributario internazionale”) in Olanda, presso l’International Tax Center (ITC Leiden) della Leiden University (Università di Leiden) conseguendo il Full-time Advanced LL.M. (Master of Laws) in International Tax Law con Tesi finale dal titolo “EU Most Favored Nation treatment v. Tax treaty shopping: re-evaluating the anti-abuse justification in the «rule of reason» doctrine“, pubblicata sulla nota rivista “International Tax Law Review” (Sapienza Università Editrice).

    Prima ancora, il professionista si è specializzato nella materia tributaria (“diritto tributario”) conseguendo il diploma di Master annuale di II Livello in Diritto Tributario presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e il diploma di Master annuale di II Livello in Pianificazione Tributaria Internazionale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

    Le predette specializzazioni sono state acquisite dopo la laurea  in Giurisprudenza conseguita presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

    Il medesimo è abilitato all’esercizio della professione forense, con iscrizione all’Albo degli Avvocati dell’Ordine degli Avvocati di Roma, ed è socio dell’Associazione Nazionale Tributaristi Italiani (ANTI).

    Lo stesso ha fondato il gruppo LinkedInImprenditori Italiani all’Estero“, che attualmente conta più di 2.000 membri, avente lo scopo di mettere in contatto gli imprenditori italiani che operano all’estero, per favorire lo scambio di informazioni e suggerimenti relativi alle strategie adottate per diventare competitivi nei nuovi mercati e per incentivare lo sviluppo di nuove sinergie imprenditoriali. 

    MODULO DI RICHIESTA DI CONSULENZA

    Per richiedere la nostra assistenza scrivici a info@itaxa.it oppure compila il seguente Modulo di Contatto.

    I campi contrassegnati da * sono obbligatori

      Nome *

      Cognome *

      Telefono

      AziendaPrivato

      Città *

      Provincia *

      E-Mail *

      Il tuo messaggio *


      Acquisite le informazioni di cui all'articolo 13 del Reg. UE 679/2016 (GDPR), ai sensi degli articolo 7 e ss. del medesimo Reg. UE 679/2016 (GDPR) presto il consenso al trattamento dei miei dati personali con le modalità specificate nell'INFORMATIVA.